I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Sesto San Giovanni (MI) hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Monza nei confronti di un 42enne, italiano, Giovanni Amato, già noto alla giustizia, ritenuto responsabile dell’omicidio volontario aggravato di un cittadino di origini peruviane 42 enne avvenuto nella notte del 4 febbraio scorso a Cinisello Balsamo.

Le indagini – dirette dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Monza – hanno  permesso l’identificazione del responsabile che, ripreso da una telecamera di sicurezza mentre faceva salire la vittima sulla propria auto, in via Fulvio Testi di Milano, aveva raggiunto l’appartamento di quest’ultima. Una volta in casa gli aveva esploso un solo colpo di arma da fuoco al torace rivelatosi letale. Durante il sopralluogo tecnico sulla scena del crimine sono state repertate impronte e tracce che hanno condotto gli inquirenti all’omicida. Inoltre gli esami balistici sull’ogiva hanno dimostrato che il proiettile era stato esploso da una penna – pistola cal.22,  utilizzata durante un tentato omicidio e rapina consumati la sera successiva a Segrate ai danni di un ristoratore cinese. In quella circostanza l’autore venne arrestato, insieme ad un complice, dai Carabinieri di San Donato Milanese e trovato in possesso della stessa arma utilizzata per l’omicidio di Cinisello Balsamo. Il presunto omicida è stato condotto a San Vittore dove si trova ristretto.

MILANO: ARRESTATO DAI CARABINIERI L’AUTORE DELL’OMICIDIO DI CINISELLO BALSAMO.

LA VITTIMA COLPITA AL PETTO CON UNA “PENNA PISTOLA”. Nel video la rapina compiuta a Segraete la sera dopo il delitto.

Publiée par Radio Lombardia sur Mardi 16 octobre 2018

Commenti FB
Articolo precedenteIncendi, Cattaneo: “La Lombardia non è la terra dei fuochi”
Articolo successivoRenato Saccone è il nuovo Prefetto di Milano
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.