Monza, resta chiuso il ponte sul Lambro di via Colombo

146

“Resta chiuso il Ponte sul Lambro di via C. Colombo: è questo l’esito delle prove di carico effettuate dalla società 4 Emme Service di Bolzano, che aveva imposto prudenzialmente l’interdizione al traffico veicolare e pedonale del manufatto già lo scorso mese di settembre.” L’informazione arriva dal Comune di Monza che, in un comunicato, dettaglia che “le prove di carico statiche, eseguite dagli esperti lo scorso mercoledì 3 ottobre con quattro step, hanno riscontrato non conformità significative che “rappresentano una situazione di pericolo in relazione alla capacità portante”, si legge nell’informativa. In particolare la situazione di degrado diffusa su tutti gli elementi strutturali “è soggetta ad incrementare”, si legge ancora nel documento.

 In una nota il comune di Monza fa sapere che: “Alla luce di ciò gli esperti ritengono necessario protrarre la chiusura del ponte, in attesa di approfondire la possibilità di installare puntelli verticali al di sotto delle travi che potrebbero eventualmente consentire una minima transitabilità al traffico ciclopedonale. Un’ipotesi, questa, da verificare con AIPO e con Regione Lombardia, in relazione al flusso delle acque sottostanti.”

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio
Articolo precedente“Dinosaur Invasion”, dal 12 ottobre alla Fabbrica del Vapore
Articolo successivoEnogastronomia, al via nel fine settimana “Milano Golosa”
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati