“Grandi eventi, come le Olimpiadi, sono molto importanti non solo a livello sportivo, ma anche per la valorizzazione dell’immagine, del turismo e dell’economia del territorio, come ha dimostrato Expo 2015. Ora, pero’, bisogna conquistare l’assegnazione dei giochi olimpici e questo non e’ scontato”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, a Mosca, in Russia, margine dell’inaugurazione del ‘Salone del Mobile Milano – Moscow 2018’ intervenendo nel dibattito sulle Olimpiadi invernali del 2026.

Il taglio del nastro del ‘Salone del Mobile-Milano Moscow 2018’. Nella foto, secondo da destra, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

“Se dovessimo farcela – ha aggiunto Fontana – spero che le Olimpiadi invernali si trasformino in un ulteriore volano di sviluppo. Abbiamo delle ottime carte da giocare, lo ha riconosciuto anche il Cio che ha ritiene la nostra una proposta seria e affascinante”. “Credo – proprio – ha concluso il presidente – che mettere insieme Milano, con il suo fascino e il suo brand, e Cortina e la Valtellina, con le loro montagne, sia una proposta che nessun
altro puo’ offrire”.

Commenti FB
Articolo precedenteTenta di stuprare una donna in auto, arrestato
Articolo successivoMeteo, in arrivo maltempo sul Nord Ovest
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.