Ferrovie, nuovi treni in arrivo da ottobre

53

Entro 20 mesi entreranno in servizio i primi treni di ultima generazione che rientrano in una delle tre gare bandite lo scorso anno dalla Regione Lombardia per rinnovare completamente il parco rotabile e garantire un servizio sempre più di qualita’. I nuovi convogli ad Alta velocità saranno forniti da Hitachi Rail Italy, come previsto dall’Accordo Quadro, presentato oggi a Palazzo Lombardia dal presidente Attilio Fontana, affiancato dall’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilita’ sostenibile, Claudia Maria Terzi e da Andrea Gibelli, presidente di FNM S.p.A. e Maurizio Manfellotto, CEO di Hitachi Rail Italy.

L’Accordo Quadro, che prevede anche la possibilità di affidare a Hitachi Rail Italy la manutenzione dei convogli per un periodo di 3 anni, ha una durata di 8 anni e prevede la fornitura di minimo 50 convogli ad Alta Capacita’, a doppio piano che saranno destinati alle linee ad alta frequentazione.

“Oggi e’ una giornata molto importante – ha detto Fontana – che dimostra la nostra volontà di incidere realmente nella qualità del servizio. È però solo uno dei tanti passi che stiamo facendo. E’ iniziato un dialogo costruttivo con FS che finalmente ha iniziato ad ascoltare le nostre richieste e le nostre esigenze”.

Le Ferrovie dello Stato forniranno una decina di treni già dal prossimo mese di ottobre e 25 nel corso del 2019, come concordato con il nuovo amministratore delegato di Fs, Gianfranco Battisti, e contemporaneamente passeranno alla Lombardia circa 20 addetti tra macchinisti e personale di bordo sempre a partire dal mese di ottobre.

“Il dialogo – ha continuato Fontana – proseguirà, perché per risolvere il problema del trasporto ferroviario servono tempi medio-lunghi. Gradualmente miglioreremo il servizio fino ad averne uno degno della nostra Regione e dei più importanti Paesi europei. La strada presa è quella giusta, siamo con i nostri pendolari e con chi tutti i giorni si serve del trasporto pubblico locale.” 

L’assessore Terzi ha invece sottolineato le caratteristiche innovative e di modernità dei nuovi treni che “consentiranno anche, entro il 2025, di svecchiare notevolmente l’eta’ media della flotta di Trenord portandola a 12 anni, mentre oggi si attesta a oltre 30. Questo consentirà anche di ridurre i guasti e quindi anche ritardi e cancellazioni”. Terzi ha spiegato anche che ci sarà maggiore attenzione verso i cittadini che hanno esigenze particolari come famiglie e persone con ridotta mobilità, verso l’ambiente e verso la sicurezza.

“Per superare l’attuale situazione di emergenza – ha spiegato Terzi – stiamo lavorando anche a un accordo con Fs per un’integrazione di personale e di treni sulla rete ferroviaria lombarda rispetto a quanto gia’ annunciato. Le Ferrovie distaccheranno temporaneamente in Lombardia macchinisti e capotreni in attesa che entri in servizio il personale che Trenord sta assumendo e formando. Operazione simile sarà messa in campo a breve per il materiale rotabile, con Fs che a partire da ottobre metterà a disposizione ulteriori convogli da far viaggiare sulle linee regionali”.

Scarica la App

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.