Olimpiadi 2026, Milano si sfila dalla governance

105

Questa mattina il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha fatto pervenire una lettera al presidente del Coni Giovanni Malagò confermando “la disponibilità di Milano solo come venue di gare o eventi, in quanto non ritiene praticabile una sua partecipazione alla governance 2026”. “Qualora la nostra posizione non sia ritenuta accettabile dal Coni – si legge nel comunicato di Sala – faremo il tifo per la candidatura italiana selezionata”. Malagò aveva varato ieri l’idea di una candidatura congiunta di Milano, Cortina e Torino per ospitare i giochi olimpici invernali del 2026, puntando su una candidatura del paese senza una città capofila. La proposta aveva destato la reazione del sindaco Sala e del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana che si erano mostrati scettici sul tema della governance e sull’assenza di una capofila. Fontana ha dichiarato “Apprezziamo gli sforzi del Coni per raggiungere una condivisione di intenti da parte di tutti gli attori in campo. Siamo però convinti che per centrare il traguardo finale sia necessaria una forte capacità di governance in capo a un soggetto ben chiaro e definito”

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.