Promettevano falsi investimenti, arrestate per truffa due sorelle brianzole

163

Si è conclusa con l’arresto di due sorelle brianzole, l’operazione “segreto d’ufficio” della Guardia di Finanza di Monza. Secondo l’accusa le due donne, di 55 e 59 anni, hanno truffato dal 2013 al 2016 circa 40 persone tra amici, parenti e conoscenti. La loro strategia prevedeva la sottoscrizione di falsi contratti alle vittime, spacciati per vantaggiosi investimenti riservati ai soli dipendenti di poste italiane. La 59enne infatti era dipendente delle poste e faceva da garante dell’affare. Così facendo le sorelle sono riuscite in tre anni a incassare più di un milione di euro tra contanti, assegni e bonifici, spesi in parte nel gioco d’azzardo o riutilizzati per saldare fittizi anticipi sugli interessi a coloro che si lamentavano. L’indagine è iniziata nell’ottobre del 2016 grazie alla segnalazione dei vicini di casa della 59enne, dopo che grazie a una ricerca del figlio della coppia che si era insospettito, avevano scoperto di essere state vittime di un raggiro da 165mila euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.