Successo per la 58esima edizione della Monza-Resegone

335

“Il vincitore non è solo uno, ma sono tutti quelli che si sono cimentati in questa impresa”. Con questa frase dello storico corridore della Monza – Resegone, Gildo Favero, si può riassumente il senso profondo della corsa.
Successo per la 58esima edizione della maratona notturna che si è svolta sabato
23 giugno e che ha visto la partecipazione di oltre 840 atleti e ha consolidato il
ruolo nella manifestazione all’interno del territorio della Brianza, riconfermando
l’insostituibile ruolo del team organizzativo composto dalla Società Alpinisti
Monzesi e da Monza Marathon Team.

Nella giornata di venerdì ci saranno le premiazioni ufficiali a partire dalle 21:00 presso la Candy Arena (palazzetto dello sport) di Monza – viale G.B. Stucchi: riconoscimenti per tutte le squadre ufficialmente classificate ed ai rispettivi atleti. Trofei e premi speciali, offerti dalle Istituzioni patrocinanti, dagli sponsor e dall’organizzazione, saranno riservati alle classifiche particolari ed alle migliori performance.
La squadra più veloce della 58esima edizione della corsa notturna Monza – Resegone è stata l’Atletica Desio: Ahmed Nasef, già vincitore delle scorsa edizione, insieme agli altri due italo-marocchini Tariq Baamarouf e Yuoness Zitouni hanno raggiunto Capanna Monza con un tempo di 3h08’53’’.

I vincitori dell’edizione 2018

Di seguito l’ordine d’arrivo completo:

ordine arrivo 58a Monza – Resegone(1)

Commenti FB
Articolo precedenteDREAM THEATER: diretta Facebook dallo studio il 28 Giugno!
Articolo successivoTamponamento sulla A4, allarme gas radioattivo
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.