Gusto, Incontro, Energia, Diversità, Nutrizione, Risorsa, Gioco: sette parole chiave per interpretare il cibo attraverso una nuova concezione, nell’anno del cibo italiano nel mondo e nel solco degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile lanciati dalle Nazioni Unite nell’anno di Expo. Gira intorno a queste 7 Virtù del Cibo il nuovo progetto di Milano Food City 2018, che, riferisce una nota, ha riunito attorno alla stessa visione, Comune di Milano, Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, Coldiretti Lombardia, Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza, Fiera Milano, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e Fondazione Umberto Veronesi: una settimana di incontri, dibattiti, talk, spettacoli, performance dal vivo, esperienze cultural-gastronomiche e visite di luoghi chiave del territorio milanese, con oltre 250 incontri aperti a tutti dal 7 al 13 maggio a Milano.

Promosso dal Comune di Milano e inserito nel palinsesto Yes Milano, Milano Food City 2018 è una festa del cibo a 360° che per una settimana abbraccia tutti i protagonisti del sistema agroalimentare, dagli appassionati agli operatori di settore, dalla filiera di produzione alla distribuzione e il consumo dei prodotti, dai grandi e piccoli produttori fino ai semplici consumatori. Tanti soggetti diversi in un unico calendario di iniziative che spaziano attraverso appuntamenti di approfondimento culturale e scientifico sul tema della nutrizione, incontri sull’educazione alimentare, la convivialità, la conoscenza della filiera alimentare dal campo alla tavola, fino alla costruzione di itinerari tematici che portano alla scoperta del territorio rurale e urbano di Milano. E infine momenti ludici e di entertainment condotti da chef di alto livello e iniziative originali. Una su tutte: “Più siamo, più doniamo”, il progetto di solidarietà che porta in giro per Milano delle speciali bilance in luoghi simbolo della lotta allo spreco alimentare, da Piazza Castello al Gratosoglio passando per Via Mercanti e alcuni punti della grande distribuzione organizzata: il numero complessivo delle persone che si persano si traduce in tonnellate di alimenti da donare a chi ne ha più bisogno in città, attraverso Banco Alimentare, Caritas Ambrosiana, Pane Quotidiano, Croce Rossa e grazie ai partner dell’iniziativa, per confermare il ruolo chiave di Milano a livello internazionale nella distribuzione equa e virtuosa del cibo alla comunità, un impegno concreto fin da Expo 2015. Insieme a Coldiretti Lombardia in piazza Castello i consumatori potranno trovare il meglio della produzione agroalimentare Made in Italy nel farmers’ market di Campagna Amica, scoprire le ricette della tradizione contadina con gli agrichef degli agriturismi lombardi ed imparare a conoscere i segreti della vita in campagna con i laboratori delle fattorie didattiche. L’11, 12 e 13 maggio sarà presente con stand in Piazza Castello anche la Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, nell’ambito dell’iniziativa Latte Days, progetto che rientra all’interno del “Programma latte nelle scuole” promosso dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, da Unioncamere, e finanziato dall’Unione Europea. L’iniziativa nel suo complesso prevede a Milano il coinvolgimento di oltre 50 scuole a Milano con oltre 500 classi e circa 15 mila bambini. La 3 giorni organizzata dalla Camera di commercio è dedicata ai bambini e alle loro famiglie impegnati in percorsi con attività ludico-informative e degustazioni guidate a cura di produttori locali e esperti, per sensibilizzare il consumo del latte e dei suoi derivati tra i più piccoli, valorizzando il prodotto nazionale e supportando le aziende del settore, che concentrano in Lombardia circa il 10% delle 41 mila imprese collegate alla produzione e alla distribuzione a livello nazionale. Palazzo Turati ospiterà la mattina dell’11 maggio la festa conclusiva del percorso di educazione alimentare promosso da Coldiretti Lombardia in varie scuole delle province di Milano e Monza Brianza, alla presenza di circa 300 bambini, ai quali verranno distribuiti latte e latticini. Con Confcommercio Milano apre le porte al pubblico Palazzo Bovara (corso Venezia 51) con “Coffee & the City” e “Gusto&Socialità, show cooking ed eventi”: con Altoga e Art tutti i giorni colazioni del buongiorno con i maestri del caffè, showcooking e aperitivi serali, approfondimenti sulla buona alimentazione oltre agli showcooking degli studenti del Capac su riso e pizza gourmet e la distribuzione automatica di bevande calde di Confida. Diffusione della foody bag “Le 7 virtù del cibo” (grazie a Edenred e Re-Box). Al Casello Ovest di Porta Venezia, sede delle Associazioni del coordinamento della Filiera Agroalimentare di Confcommercio Milano, iniziative su temi legati al valore della frutta e della verdura, della carne, delle tisane, del pane e del gelato con “Il gioco delle essenze, degli aromi e delle spezie”, ma anche WineMi con le sue Masterclass sul vino. E nei mercati Morsenchio, piazza Ferrara e piazza Wagner aperture straordinarie tra degustazioni,  giornata del risparmio, incontri, happy hour, showcooking.

“Milano Food City – spiega il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala – rappresenta un mix di tanti ingredienti, una idea originale che è nata dalle due storiche anime della città, quella che produce e quella che dona. La prima edizione di Food City è stata resa grande dalla partecipazione di migliaia di persone che hanno letteralmente gustato una settimana di eventi, resi ancora più attrattivi dalla finalità di destinare cibo a sostegno delle numerose mense del povero cittadine e al confezionamento di pacchi alimentari per le persone e le famiglie in difficoltà. Quest’anno l’iniziativa sarà ulteriormente diffusa in tutta la città toccando quartieri in centro e in periferia, come il Gratosoglio, dove saranno protagonisti i giovani con le immagini della bellissima mostra di Frida Kahlo. L’invito che rivolgo a tutti è di partecipare numerosi per scoprire le novità di questa seconda edizione e battere il record di 7 tonnellate di cibo raccolte. Ce la faremo!” .

PANE IN PIAZZA I migliori panificatori d’Italia, per 7 giorni in Piazza Duomo sforneranno in diretta golose specialità regionali a scopo benefico  per le Missioni dei Frati Cappuccini.

300 mq al coperto e 100 di dehor con mega schermo in Piazza Duomo; una squadra di oltre 80 famosi panificatori all’opera – gratuitamente – 24 ore su 24; 300 kili di mozzarelle in arrivo fresche da Napoli e Bari, 100 quintali di farina, 300 kg di lievito, 130 vasi di salsa al pomodoro da 5 kg cad, 10 quintali di michette, tutto frutto di donazioni, per almeno 50.000 visitatori attesi. Questi i numeri di ‘Pane in piazza’, la imponente manifestazione benefica organizzata da Missioni Estere Cappuccini onlus di Milano con la Famiglia Marinoni. Obiettivo: attraverso la celebrazione del pane, simbolo di vita e di pace nel mondo, richiamare l’attenzione sul valore della vita missionaria e presentare i progetti umanitari che i Cappuccini svolgono in Italia e nel mondo. Cittadini e turisti, con un’offerta a partire da 5 euro, potranno gustare, le specialità regionali italiane di pane, pizza, focaccia e dolci – sfornate ogni giorno in diretta dalle 9 alle 22. Le donazioni andranno alla realizzazione di un panificio industriale intitolato a St.Augustin, a Dire Dawa, in Etiopia, per creare lavoro, dare da mangiare ai poveri e con il ricavato delle vendite, investire nelle varie Opere sociali locali.

 

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.