“La Lombardia e’ una terra di grandissima creativita’ ma anche una terra in cui il lavoro e’
visto quasi come una religione: questo aspetto e’ un dettaglio fondamentale per cogliere le ragioni dei nostri primati”. Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana
intervenendo alla cerimonia di inaugurazione della 57esima edizione del Salone del Mobile di Milano, da oggi fino al 22 aprile visitabile nei padiglioni di Fiera Milano a Rho.

Alcuni momenti dell’inaugurazione della 57esima edizione del Salone del Mobile, con il premier Paolo Gentiloni, il presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, il sindaco Giuseppe Sala e il presidente della Regione Attilio Fontana, nelle foto postate sulla pagina Facebook del governatore.

“Ho girato in lungo e in largo il territorio della nostra regione nelle settimane della campagna elettorale – ha proseguito il presidente Fontana – e ho riscontrato quanto siano
numerose le nostre eccellenze. Un tessuto economico e industriale che ci induce a fare squadra con iniziative come il Salone del mobile e consolidare e incrementare le politiche gia’ avviate per sostenere l’innovazione, la ricerca, l’internazionalizzazione delle nostre imprese, con l’impegno da parte nostra a sburocratizzare come tutti gli imprenditori ci
hanno chiesto”.  “E’ un ambito su cui siamo gia’ impegnati – ha spiegato Fontana – perche’ siamo convinti che sgravando gli imprenditori dagli impegni burocratici possano dedicarsi con maggiore energia al loro lavoro”.

“Milano e la Lombardia – ha sottolineato il presidente – stanno vivendo una stagione eccellente. Credo potra’ essere ancora migliore se andranno in porto quelle riforme che consentiranno alla nostra Regione di essere ancora piu’ autonoma nelle scelte e capace di progettare e programmare il proprio futuro senza alcun tipo di condizionamento”. “Potremmo essere ancora piu’ trainanti per il Paese – ha chiosato Fontana – e a tutto vantaggio dell’economia nazionale”.

Alcuni momenti dell’inaugurazione della 57esima edizione del Salone del Mobile, in una foto postata sulla pagina Facebook del governatore lombardo Attilio Fontana.

 

Commenti FB
Articolo precedenteC’era una volta l’Italia che aveva un governo.
Articolo successivo“La forza delle donne”, Vecchioni a teatro con la moglie Daria Colombo
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.