Dopo Nada e Teresa De Sio, sarà Cristina Donà la prossima protagonista della rassegna “Parole al vento”, ovvero “canzoni fatte a mano raccontate dagli artisti”, manifestazione ideata da Antonio Ribatti e in programma fino al prossimo 18 maggio al Cineteatro Astrolabio di Villasanta (Mb), quest’anno con un cast tutto al femminile. Si tratta di un ciclo di appuntamenti nato per ripercorre alcune tappe fondamentali di personaggi che hanno saputo mescolare quotidianità e poesia, musica e sentimenti, con l’ambizione di mantenere fede a quella che è sempre stata la vera missione di ogni cantautore: raccontare la realtà.
Venerdì 6 aprile (ore 21.30; ingresso 11-13 euro), Cristina Donà, impegnata in questi mesi in un lungo tour su e giù per l’Italia per festeggiare i vent’anni di carriera (nel 1997 uscì “Tregua”, il suo disco d’esordio), suonerà e dialogherà con il giornalista e scrittore Jonathan Giustini.
Tra le voci più originali della scena italiana, Cristina Donà ha contribuito a definire una nuova stagione del rock italiano, ottenendo notevole considerazione anche a livello internazionale. Premiata con la Targa Tenco in diverse occasioni (miglior album di debutto, miglior artista emergente, miglior canzone), vanta collaborazioni live e come autrice con artisti del calibro di Francesco De Gregori, Afterhours, Irene Grandi, Marco Paolini, Arisa e molti altri.
La manifestazione “Parole al vento” si concluderà venerdì 18 maggio, quando sul palco del Cineteatro Astrolabio di Villasanta si esibirà Patrizia Laquidara con il progetto intitolato “Funambola e altre storie”.
PAROLE AL VENTO – Seconda edizione, dal 9 febbraio al 18 maggio 2018
SEDE: Cineteatro Astrolabio, via G. Mameli 8, 20852 Villasanta (Mb).
INFO E PRENOTAZIONI: tel. 0362.325341; mail: info@controluce.com
INIZIO SERATA: ore 21.30
INGRESSO: intero 13 euro; ridotto 11 euro (residenti, studenti, over 65, titolari dell’AH-UM Card, gratuita all’indirizzo:http://www.ah-um.it/profiles-add/)
ABBONAMENTI: due appuntamenti 18 euro, 4 appuntamenti 32 euro.
DIREZIONE ARTISTICA: Antonio Ribatti
Commenti FB
Articolo precedenteTerzo Tempo. A Milano nessuno sta in panchina
Articolo successivoMolesta giovane alla stazione, tunisino fermato per violenza sessuale a Desio
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.