Lavoro, in Lombardia 4,4 milioni di occupati

197
La Lombardia nel 2017 conta 4 milioni e  399mila lavoratori, un quinto del totale italiano con il più alto tasso di occupati in rapporto alla forza lavoro. La regione, con il 67,3%, si classifica terza dopo il Trentino Alto Adige (490mila lavoratori, pari al 70,2%) e l’Emilia Romagna (1 milione e 973mila occupati, pari al 68,6%). E’ quanto emerge da dati Istat elaborati dalla Regione Lombardia. A livello provinciale a segnare i migliori risultati sono Bolzano, con un tasso di occupazione del 72,9%, seguita da Milano (69,5%), Piacenza (69,4%), Parma (69,3%) e Lecco a pari livello con Belluno (69,2%). In Lombardia, dopo Milano e Lecco, è Varese il territorio con i valori più elevati (67,6%), seguito da Monza e Brianza (67%). Le altre province oscillano tra il 64,4% di Sondrio e il 66,5% di Cremona. La percentuale di occupati maggiore in Lombardia riguarda gli uomini, che arrivano al 75,1%, mentre l’occupazione femminile si ferma al 59,3%. Un divario presente, si sottolinea dalla Regione Lombardia, in tutte le regioni italiane e con una media nazionale pari al 48,9%, oltre 10 punti più bassa rispetto a quella lombarda. Le province in cui c’è la maggior percentuale di donne che lavorano sono Bologna (66,7%), Bolzano (65,9%) e Milano (63,8%).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.