Dopo il tour che ha registrato tutti sold out nel 2017, la leggenda della batteria Steve Gadd torna in Italia con la sua band, in un imperdibile tour che prenderà il via l’8 aprile dal Teatro Ciak di MILANO, per poi proseguire fino al 15 aprile nelle principali città italiane, come Roma, Salerno, Bari, Bologna, Bergamo e Torino.

È possibile acquistare i biglietti in prevendita per la data di Milano  su TicketOne.it (prezzo: 60 € primo settore – 45 € secondo settore + prevendita).

Queste tutte le date del tour:

8 APRILE – MILANO – TEATRO CIAK ,9 APRILE – PORDENONE – TEATRO GIUSEPPE VERDI, 10 APRILE – SAN LAZZARO DI SAVENA – CIRCOLO SAN LAZZARO, 11 APRILE – SALERNO – MODO RISTORANTE, 12 APRILE – BARI – SHOWVILLE, 13 APRILE – OSTERIA NUOVA (RM) – CROSSROADS, 14 APRILE – RANICA (BG) – CLUB DRUSO, 15 APRILE – COLLEGNO (TO) – LA LAVANDERIA A VAPORE.

Fra più influenti batteristi di tutti i tempi, con centinaia di collaborazioni sui palchi più importanti del mondo con artisti di fama internazionale come Paul McCartney, Eric Clapton, Frank Sinatra, James Taylor, Paul Simon, Ray Charles, Barbara Streisand & Barry Gibb, Peter Gabriel, STEVE GADD incanterà il pubblico con l’inconfondibile stile groove che caratterizza la sua celebre batteria, il suo senso del tempo metronomico e la sua battuta ritmica secca e pulita, accompagnato sul palco da una line up da super band.

Il tour in Italia sarà anche l’occasione per presentare dal vivo il nuovo album “Steve Gadd Band” (BFM Jazz), in uscita il 23 marzo, quarto disco della band dopo i precedenti “Gadditude” (2013), “70 Strong” (2015) e “Way Back Home (Live from Rochester, NY)” (2016).

Nella “STEVE GADD BAND”, formata dai componenti della band di James Taylor, spiccano i nomi di Michael Landau alla chitarra, protagonista di grandissime collaborazioni con Michael Bolton, Jennifer Lopez, Eros Ramazzotti, Andrea Bocelli e Vasco Rossi, lo storico trombettista di Frank Zappa, Walt Fowler, orchestratore di fiducia di Hans Zimmer e compositore delle più famose colonne sonore come “Interstellar”, “Pirati dei Caraibi”, “Il Codice Da Vinci”, “Gladiator”, “Amazing Spiderman”, da Jimmy Johnson al basso e da Kevin Hays al pianoforte e alle tastiere.

Commenti FB
Articolo precedenteMilano, acido contro anziana: corrosa parte della giacca
Articolo successivoFocolaio di aviaria nel Bergamasco: abbattuti 150 mila tacchini
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.