Milano, tenta di truffare anziano ma la polizia la arresta (VIDEO)

230

Ieri sera a Milano la Polizia di Stato ha arrestato una cittadina polacca, M.K., 34enne nata a Novara, per il reato di tentata truffa aggravata. L’arresto è scaturito nell’ambito dell’attività di contrasto alle truffe ai danni di anziani, fenomeno seguito già da tempo dall’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Milano. L’attività investigativa ha avuto origine da una segnalazione pervenuta al 113 da parte di una anziana signora, la quale ha riferito che alle ore 12.30 circa il marito aveva ricevuto una telefonata sulla propria utenza di rete fissa da parte di una donna, che spacciatasi per la nipote Marina, gli aveva chiesto la somma di 15mila euro, in quanto doveva effettuare un’operazione in banca. L’anziano ha risposto di non essere al momento in possesso di tale somma e che al massimo avrebbe potuto racimolare diecimila euro. La truffatrice ha risposto che sarebbe passata di persona presso la sua abitazione alle 15.30 per il ritiro della somma. L’anziano, tuttavia, avendo compreso di essere vittima di un tentativo di truffa, ha contattato la Polizia. I poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale si sono recati sul posto dove hanno atteso l’arrivo della truffatrice. Fino alle 17.55 la vittima ha ricevuto altre telefonate con richieste di appuntamenti non ottemperati da parte dell’interlocutrice che, riferendo di essere impegnata con delle pratiche bancarie, ha detto avrebbe mandato in sua vece una persona di fiducia a ritirare la somma richiesta. Alle 17.55 circa è giunta l’ennesima telefonata: “ciao zio, scendi sono giù. Appena esci vai a destra”. L’anziano è sceso e ha consegnato la busta contenente la somma di denaro. Subito dopo i poliziotti sono intervenuti bloccando la donna mentre era ancora al telefono con i complici. Da un sommario controllo della rubrica e dalla lista delle chiamate è emerso che l’unico numero in memoria attraverso cui è stato contattato l’anziano è un’utenza straniera, probabilmente un call center. Da successivi sviluppi investigativi è emerso che, alle ore 13 circa, un equipaggio della Volante era intervenuto in via Buonarroti 35 per una truffa aggravata consumata in concorso con ignoti in danno di una anziana, la quale ha consegnato ad una donna 1470 euro ed un sacchetto contenete monili in oro ed un orologio di valore. La vittima, nell’atto di formalizzare denuncia ha riconosciuto M.K. come una degli autori della truffa in suo danno.

IL VIDEO DELL’ARRESTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.