Aggredito da Casapound un militante di LeU, denuncia della Senatrice Ricchiuti

282
“Condanniamo con forza l’aggressione subita  al mercato di Pioltello da un nostro militante per mano di CasaPound, denunciata dalla parlamentare e candidata di LeU Lucrezia Ricchiuti. La violenza e il fascismo non possono mai essere giustificati e vanno respinti con forza”. Così il comunicato diffuso da Liberi e Uguali su quanto accaduto ieri mattina al mercato di Pioltello.
“Mentre stavamo facendo uno dei tanti nostri partecipati volantinaggi tra le gente al mercato di Pioltello – scrive la Ricchiuti su Facebook – siamo stati avvicinati da un militante di Casapound che ha cominciato a sostenere che ricostituire il partito fascista non è reato ripetendolo all’infinito. Poi ha cominciato a riprendere con il telefonino un nostro militante per poi colpirlo con un pugno nello sterno. Un fatto vile che denota un clima intollerabile. Il fascismo deve essere fermato ora. Non ci intimidiranno ma una democrazia sana deve espellere questi batteri tossici”.
“Il clima di intolleranza e violenza che si sta registrando – si legge nel comunicato di LeU non deve mettere a rischio la libertà di manifestare le proprie opinioni, purché queste rientrino nel rispetto della legge e dei principi costituzionali.
È inaccettabile che ministro degli Interni e prefetto abbiano permesso di far svolgere  a Milano il comizio di CasaPound, forza dichiaratamente neofascista, il cui leader ha ribadito ancora una volta di non rinnegare il fascismo. Noi lo abbiamo detto e lo ripetiamo a gran voce anche oggi, aderendo alla manifestazione dell’Anpi “Mai più fascismi”: i gruppi che si ispirano al fascismo vanno sciolti”.
Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.