Brescia, incendio centro sociale: corteo “per dare risposta”

350

“I vigliacchi che hanno appiccato l’incendio avrebbero potuto fare ancora piu’ del male”. Lo ha detto, parlando con la stampa, Michele Borra, rappresentante del centro sociale di Brescia Magazzino 47, dove l’altra notte e’ stato appiccato un incendio. “E’ un attentato fascista, chiamiamolo con il suo nome” e’ stato detto. “Non c’e’ infatti nessun dubbio su mandanti ed esecutori di questo attacco. Sono gli stessi che due settimane fa hanno attaccato con delle bombe carta le casette di via Gatti occupate da persone sfrattate. Le stesse persone che hanno bruciato le auto fuori da un campo sinti”.

Per Borra “questi personaggi non sono legittimati dalla gente, ma dalla narrazione politica di queste settimane. Aspettiamo di capire cosa dira’ la politica su questo attentato”. Il centro sociale ha rinnovato l’appuntamento di questa mattina nel quartiere Carmine contro la presenza di un banchetto di Forza Nuova (banchetto che ieri sera è stato annullato): “Sara’ una manifestazione per dare una risposta rabbiosa e antifascista marispetto a quanto successo – ha concluso Borra – Non c’e’ posto a Brescia per Forza Nuova”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.