Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha inaugurato, stamani nel trentennale della nascita, la nuova sede della società Cefriel in viale Sarca nella stessa zona Bicocca dove si trovava la prima sede. Alla cerimonia sono intervenuti anche il sindaco di Milano Beppe Sala, il rettore del Politecnico di Milano Ferruccio Resta e il rettore dell’università Milano-Bicocca Cristina Messa.

Cefriel, società partecipata da università, imprese e pubbliche amministrazioni che realizza progetti di innovazione digitale e di formazione, in settori chiave quali ad esempio Data Analytics, Industria 4.0 e IoT e, in generale, la Digital Transformation, ha registrato una crescita media oltre il 10% l’anno negli ultimi 4 anni e ricavi saliti a 12,5 milioni di euro a fine 2017, di cui il 50% dall’estero, principalmente USA e Nord Europa, ha spiegato Alfonso Fuggetta, CEO della società. “Cefriel – ha aggiunto – è nato per costruire un ponte tra università e industrie, per promuovere le attività di ricerca e formazione nelle tecnologie digitali e nelle telecomunicazioni. Siamo partiti con un programma innovativo di formazione post laurea per cambiare pelle e accettare negli anni le sfide che l’evoluzione del mercato e della società ci ponevano. Cefriel è così diventato – ha concluso il professor Fuggetta – sempre più complementare alle università e paragonabile a realtà internazionali come i centri tedeschi del Fraunhofer Institute che svolgono proprio questo ruolo di cerniera tra mondo della ricerca e applicazione industriale, ma, a differenza di questi, non riceviamo finanziamenti pubblici”.

Commenti FB
Articolo precedenteLa bergamasca Sofia Goggia oro nella libera
Articolo successivoLicei classici, 10 nuove aule per l’emergenza iscrizioni
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.