Per l’incendio del palazzo di via Cogne, dove ha perso la vita un tredicenne,, ci sono due indagati: una ecuadoriana di 51 anni e un connazionale di 65 anni , accusati di incendio colposo e omicidio colposo. I due sudamericani sono titolari del contratto d’affitto dell’abitazione al decimo piano dello stabile. L’incendio è partito proprio da lì, ma è ancora da chiarire se sia stato provocato da una caldaia o dalla stufetta che era sistemata vicino alle tende. Oggi inizieranno le operazioni per far rientrare le prime famiglie che abitano ai piani bassi dell’edificio di 13 piani, anche se per questo bisognerà aspettare il via libera dei vigili del fuoco. ieri sera, spiegano da Palazzo Marino, 18 persone sono rimaste negli alberghi a carico del Comune, 44 in uno stabile comunale.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.