“La lista ‘+ Europa con Emma Bonino’ come soggetto politico voterà e inviterà a votare Giorgio Gori per delle motivazioni politiche e ideali che non dipendono da alcun tipo di trattativa e nemmeno dalla presentazione della lista”. Lo ha annunciato Marco Cappato oggi durante una conferenza stampa parlando delle alleanze in vista delle elezioni regionali del prossimo 4 marzo. “Noi sosteniamo Gori perché lo riteniamo adeguato ad opporsi a Fontana e a interrompere il blocco di potere che dura da 23 anni”, ha chiarito il militante radicale Valerio Federico. Non è sicuro, però, che la lista che porta il nome dell’ex ministro degli Esteri possa presentare una lista a sostegno del sindaco di Bergamo perché per farlo dovrebbe raccogliere 10mila firme, dopo la legge regionale che dimezza il numero di firme necessario per le formazioni che non sono già rappresentate in aula. Per questo Cappato ha chiesto aiuto alla coalizione di centrosinistra: “Chiediamo a Gori un impegno concreto per la raccolta firme sia per la presentazione per la firme sia per la legge d’iniziativa popolare per cambiare queste norme illegali”.

Marco Cappato, Barbara Bonvicini, Valerio Federico e Piercamillo Falasca.

Commenti FB
Articolo precedente“Una Circle Line ferroviaria per Milano”
Articolo successivoMinaccia di morte la ex, peruviano arrestato a Milano
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.