Per la prima volta il basket fa canestro in corsia. Casa Pediatrica Fatebenefratelli e MaxiBasketMilano Over55 da sabato 6 gennaio giocheranno nello stesso Team nella gara contro le patologie che affliggono i giovanissimi ospiti nella struttura milanese. Un’iniziativa pilota in questo campo. “Non sarà una meteora, tutt’altro. L’obiettivo è quello di far decollare una collaborazione continuativa e sistematica tra le due parti – ha spiegato Giorgio Papetti, presidente del MaxiBasket Milano – in cui la compagine sportiva milanese fornirà costantemente la propria esperienza a beneficio dei piccoli pazienti”, in cura nel reparto diretto dal Dott. Luca Bernardo.
In sostanza, l’obiettivo dei prossimi mesi è di allestire, in maniera stabile, un minicampo da basket in un’area appositamente attrezzata, in ambiente coperto e sicuro, dove gli istruttori del MaxiBasket Milano, a turno, costantemente e a rotazione, metteranno a disposizione la propria esperienza, voglia e capacità al fine di insegnare ai giovanissimi pazienti i rudimenti il gioco del basket, per chi ne è totalmente digiuno, o per dare l’opportunità di continuare l’attività e migliorarsi, per chi è già innamorato della palla arancione.
Durante la festa di inaugurazione, il giorno della Befana, i Maxi cestisti e i giovani pazienti giocheranno e si divertiranno con la palla a spicchi, poi con l’animazione del Mago Arty e del Palloncinaro Giocondo.
MaxiBasket Milano, è un sodalizio nuovo di zecca che comprende vecchie glorie della pallacanestro italiana, – e campioni ancora attivi nel settore – , tra cui spicca un nutrito numero di “nazionali” Over, alcuni freschi vice-campioni del mondo Over60 , con un oro negato solo dagli Usa la scorsa estate ai mondiali disputati a Montecatini. Gran parte di loro ha militato in squadre di vertice del campionato italiano di quelle che oggi sono la serie A1 e A2.

Commenti FB
Articolo precedenteSlogan antisemiti a Milano, depositata denuncia
Articolo successivoSaldi, sconto medio del 40% e spesa a persona di 165 euro
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.