Home News Oriocenter, Camusso con i lavoratori in sciopero

Oriocenter, Camusso con i lavoratori in sciopero

Anche Susanna Camusso, segretario generale della CGIL, interviene sul diritto a un “legittimo riposo nei giorni di festa”, alla vigilia dall’avvio di una serie di scioperi della grande distribuzione anche a Bergamo e in particolare nel centro commerciale di Oriocenter. “Sono vicina ai lavoratori della grande distribuzione che domani sciopereranno per chiedere il rinnovo del contratto scaduto da più di quattro anni” ha detto oggi il segretario generale della CGIL. “Le nostre sono rivendicazioni ragionevoli. In uno dei settori a più basso salario e a più alta precarietà chiediamo un equo aumento della paga, il mantenimento della copertura salariale dei primi tre giorni di malattia, condizioni di lavoro dignitose. Richieste che devono valere per tutti i lavoratori, siano questi a tempo indeterminato o meno” prosegue Camusso. “Sosteniamo anche la loro determinazione nel chiedere un legittimo riposo nei giorni di festa” poiché “non c’è alcun bisogno di tenere aperti i centri commerciali a Natale o a Santo Stefano, a Capodanno o a Pasqua. Non è così nel resto d’Europa”. Camusso invita a “mettersi nei panni di quel commesso o di quella cassiera che stanno lavorando a Natale o a Capodanno mentre vorrebbero, come noi, essere con i propri cari e godere di un giusto riposo”. “Anche per questo è giusto lo sciopero del 25 e 26 dicembre dei lavoratori di molti centri commerciali, tra cui quelli di Oriocenter, uno dei più grandi in Italia. E penso” conclude la leader nazionale CGIL, “che la loro lotta vada sostenuta anche dai consumatori, astenendosi dall’andarci e dal fare compere. Rimandare di un giorno un acquisto non costa nulla, per il loro lavoro può significare molto”.

Commenti FB

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version