Prosegue con grande successo il programma della Milano Music Week, un’intera settimana all’insegna della musica da ascoltare, ballare, osservare, studiare, e vivere.

Quella di giovedì 23 novembre sarà una giornata all’insegna dei grandi concerti, che sapranno accontentare i gusti più disparati del pubblico. Sarà tutto da ballare lo show di Roy Paci, il trombettista siciliano che salirà sul palco del Magnolia con la sua storica band, gli Aretuska (ore 21.00); da non perdere anche i concerti dei Sick Tamburo (ore 21.00, Tunnel Club) e di Diodato, con le sue morbide sonorità cantautorali (ore 23.00, Zog). Gli appassionati di serie tv potranno scoprire invece Michael Malarkey in una versione del tutto inedita: l’attore della serie tv The Vampire Diaries, infatti, presenterà proprio durante la Milano Music Week il suo primo album (ore 21.00, Salumeria della musica).

Allo storico ex Casello Daziario l’appuntamento è con Electropark, che per la serata di giovedì 23 propone il live di live dello storico sitarista Alain Panteleimonoff (ore 18.00) e il dj set di LLL + ALFA.

Altro appuntamento imperdibile sarà Cinematic Circus (ore 22.00, Apollo Club), evento realizzato da The Rock and Roll Circus Experience e AIR3 Associazione Italiana Registi: un evento musicale esclusivo e visionario in cui 30 musicisti si ritrovano sul palco per reinterpretare le colonne sonore più evocative del cinema italiano e mondiale, accompagnati dalla colonna “visiva” curata dai registi di AIR3.

Per Linecheck Music Meeting and Festival l’appuntamento è con Slowtide, Cari Cari, Moses Sumney, Perfume Genius e Jacques (a partire dalle 20,30, Base).

Mauro Pagani

Spazio anche agli appuntamenti in cui la musica viene raccontata dagli artisti: per la giornata di giovedì dialogheranno sul tema “Cinquanta anni di musica a Milano” il musicista Mauro Pagani e il discografico Stefano Senardi, due colonne della storia della musica italiana, in un incontro con il pubblico moderato dal curatore artistico della MMW Luca De Gennaro (ore 18.00, Santeria Social Club).

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio
Articolo precedenteSeregno, Mariani: al governo della città chi ha capacità imprenditoriali
Articolo successivoGiornalisti, protesta contro il precariato
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati