Lombardia, stati generali del turismo

654

“Possiamo andare orgogliosi di diverse cose in Lombardia, in tema di turismo. Intanto, l’applicazione di una legge che ha rinnovato la normativa; non avevamo una Destination managemen organization (Dmo) regionale, fino a due anni fa: con le Camere di commercio siamo riusciti a mettere in campo una struttura divenuta punto di riferimento per la
promozione e la fornitura di servizi in Lombardia: Explora. E’ stato questo il primo successo”. Lo ha spiegato l’assessore regionale allo Sviluppo economico Mauro Parolini, nel corso del talk organizzato nell’ambito degli Stati generali del turismo, a cui hanno partecipato il ministro Dario Franceschini, Pietro Modiano, presidente Sea, Giordano Bruno Guerri, storico, giornalista, e presidente del Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera, Davide Rampello, regista, e Joe Bastianich, imprenditore.

Il ministro Dario Franceschini e l’assessore Mauro Parolini.

NUOVO BRAND INLOMBARDIA – “Il secondo – ha continuato l’assessore – e’ il brand. In Lombardia volevamo spendere per qualcosa che potesse lanciare un territorio nel suo complesso, anche ma non solo i tre brand piu’ noti, Milano, Como e il Garda, e la montagna. Il brand “In Lombardia” e’ stato pensato per questo. Un brand che non nasconde gli altri brand ma li accoglie e trascina quelli meno conosciuti”.

SIAMO STATI FACILITATORI AGGREGAZIONE – “Abbiamo fatto capire in un comparto che per sua natura è molto disaggregato, fatto di tante imprese molto piccole – ha aggiunto Parolini – che è meglio mettersi insieme e che è più conveniente unire le forze per fare quello che da soli non si riesce a fare: la promozione, la presenza sui mercati internazionali e l’organizzazione di servizi. La Regione fa questo, in modo molto sussidiario. Non facciamo né gli albergatori, né gli organizzatori di eventi; piuttosto siamo dei facilitatori, con le norme, gli stimoli, fornendo servizi. E insistendo sulla formazione”.

LOMBARDIA PRIMA REGIONE TURISTICA – “Vogliamo che la Lombardia diventi la prima destinazione turistica. Per quanto riguarda i ricavi dal turismo straniero siamo gia’ i primi in Italia, per essere primi complessivamente – ha concluso l’assessore – occorre puntare sempre di piu’ sulla qualita’, perche’ e’ la qualita’ del rapporto umano che decide del livello di eccellenza dell’esperienza turistica”.

I DATI DEL TURISMO LOMBARDO – 16 milioni/anno di arrivi; 38 milioni/anno di presenze. Più di 8 MILIONI di visitatori stranieri  . IN ITALIA, LA LOMBARDIA E’: 1° Regione per turismo alberghiero 2° Regione turistica in Italia. IN EUROPA, LA LOMBARDIA E’: 7° posto per arrivi turistici complessivi; 8° posto per arrivi turistici non residenti 2° posto (tra le 10 più turistiche) per crescita media 2010-2015 degli arrivi di non residenti CRESCITA % 2016 SU 2013 – Arrivi: Lombardia 13,2%, Italia 12.5 %, Europa 12 %; Presenze: Lombardia 9,5%, Italia 6,9%, Europa 9,5%.

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio
Articolo precedenteIl Presidente della Repubblica Mattarella in visita al Mudec
Articolo successivoOriocenter, mille firme contro l’apertura a Natale
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati