Lo ha di nuovo confermato la ricerca medica: una attività regolare anche di soli 30 minuti al giorno, quale può essere il walking, può ridurre significativamente il rischio di morte per problemi cardiovascolari. Lo studio più recente esteso su 130.000 persone di 17 paesi, compresa l’Europa, i cui risultati sono stati pubblicati a settembre dalla prestigiosa rivista medica internazionale “The Lancet” mostrano che l’attività fisica regolare può ridurre il rischio di morte da malattie croniche fino al 30%.
Camminare in modo regolare, costante, continuo, ogni giorno, è una attività fisica vecchia quanto l’uomo.  Ecco perché l’Istituto Auxologico Italiano, occupandosi da sempre di ricerca e cura, proprio dei settori, tra gli altri,  relativi al cardiovascolare, al metabolismo e alla riabilitazione, ha accolto con piacere l’invito ad aderire a Walking Day, in qualità di partner medico-scientifico. Tre specialisti di Auxologico – fisiatra, cardiologo e nutrizionista – ci spiegano quali benefici avremo e quali accorgimenti adottare nell’intraprendere il walking.
«La sedentarietà – dice Antonio Robecchi Majnardi, fisiatra dell’Auxologico di Milano – determina una progressiva modifica delle caratteristiche strutturali del muscolo e dei tessuti molli che si mostra a noi medici, specialisti della riabilitazione, con una maggiore rigidità del muscolo stesso ed una progressiva riduzione della funzionalità delle maggiori articolazioni. Inoltre queste modifiche riguardano in maniera differente gruppi muscolari diversi con il conseguente consolidarsi di posture articolari non più equilibrate che facilitano l’insorgenza di problemi osteo-muscolo-articolari in particolare durante il movimento ripetuto (ad esempio mal di schiena, dolori al ginocchio, infiammazione della parte inferiore del piede, ecc.). Per riprendere l’attività motoria con tranquillità riducendo il rischio di infortuni e dolori è opportuna una valutazione preventiva (ad esempio una visita fisiatrica) dei bilanciamenti muscolari ed articolari che permetta di identificare quali gruppi muscolari meritino di essere preparati alla ripresa della attività (per esempio sottoposti ad esercizi di allungamento o di rinforzo). Nell’intraprendere un’attività motoria sono fondamentali inoltre la gradualità e la continuità dell’esercizio».
Auxologico a Walking Day 28/10/17 Piazza del Cannone, Milano
ORE 10-13 Dott. Dario Pellegrini e la Dott.ssa Valentina Guida
IL TUO CUORE E’ IN FORMA?
Pressione, frequenza e ossimetria prima e dopo breve camminata nel parco.ORE 10-14 Dott. Floriano Fischer e Dott. Andrea Burini
IL CAMMINO, LE OSSA E LE ARTICOLAZIONI?
Domande e risposte con l’ortopedico.

ORE 14-16 Dott.ssa Raffaella Cancello
LA DIETA DEL CAMMINO
Consigli sulla dieta consigliata prima, durante e dopo l’attività di walking.

ore 16-18 Dott. Antonio Robecchi Majnardi e dott.ssa Luigia Brugliera
COSA FARE PER… NON FARSI MALE
Come avviare l’attività fisica (cosa fare prima e dopo, lo stretching, quanta attività è consigliata e in quali “dosi”).
Prevenzione e cura di possibili infortuni (fascite plantare, distorsioni, mal di schiena, dolore al ginocchio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.