Catalogna, scontro totale tra Barcellona e Madrid

537
Il presidente catalano in una riunione del governo

Scontro totale tra Barcellona e Madrid. Il presidente della Generalitat, Carles Puigdemont, in un intervento in diretta tv alle 17, ha annunciato che non scioglierà il parlamento catalano convocando elezioni anticipate per frenare l’applicazione, da parte di Madrid, dell’articolo 155 della Costituzione che, una volta approvato dal Senato, cancellerà il governo catalano e ridurrà i poteri del parlamento di Barcellona. Puigdemont insomma respinge il 155 e delega il parlamento a prendere le decisioni conseguenti sulla base del referendum del primo ottobre. L’assemblea si riunisce oggi e domani e domani potrebbe essere dunque dichiarata l’indipendenza. “Non c’è garanzia che giustifichi la convocazione delle elezioni” ha detto il presidente catalano perché – ha detto – le soluzioni per una soluzione basata sul dialogo sono esaurite”. Il governo di Mariano Rajoy a questo punto va avanti con il 155. Il via libera dovrebbe arrivare sabato. Intanto sono già oltre 1300 le imprese, grandi e medie, che hanno trasferito la sede sociale fuori dalla Catalogna. A fuggire sono state per prime le banche, terrorizzate dalla prospettiva di restare fuori dall’Unione Europea, dal sistema euro e dal cappello della BCE, la Banca Centrale Europea. L’aperitivo di quanto potrebbe succedere a breve, con il trasferimento anche di importanti siti produttivi. I danni per l’economia catalana e l’occupazione potrebbero essere notevoli. Secondo quanto riporta oggi il quotidiano economico spagnolo El Economista inoltre i prezzi delle case stanno registrando una forte tendenza al ribasso. Per gli immobili di pregio il calo dei prezzi è del 20% dal primo ottobre a oggi. La situazione viene seguita con molta attenzione in tutta Europa e nel resto del mondo. L’indipendentismo catalano interessa da vicino anche il leader russo Vladimir Putin, da sempre interessato a tutti i movimenti che tendono a spaccare l’unità europea. Di ieri la notizia – rivelata dalla stampa spagnola – dei contatti avviati da tempo tra le autorità separatiste catalane e quelle russe.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.