PittaRosso Pink Parade, una giornata di sport e di impegno

611

Aiuta la ricerca a passo di corsa! Domenica 22 ottobre si terrà la nuova edizione della PittaRosso Pink Parade a sostegno della Fondazione Umberto Veronesi, una giornatadi sport e di impegno per colorare di rosa le vie del centro di Milano a supporto del progetto Pink is Good per la ricerca scientifica contro il tumore al seno. Due le modalità di partecipazione: una camminata di 5 km o una corsa cronometrata di 10 km, con partenza in Piazza Castello alle 10.30 per i circa 15 mila partecipanti attesi.

È possibile iscriversi in tutti i punti vendita PittaRosso, sul sito  www.pittarossopinkparade.it, oppure presso il Village in Piazza del Cannone sabato 21 ottobre e domenica 22 ottobre. Con una novità: iscrivendosi on-line entro l’8 ottobre si potrà ricevere il pettorale personalizzato con il proprio nome.

La vice sindaco Anna Scavuzzo e l’assessore Guaineri in un momento della conferenza stampa.

Le quote d’iscrizione sono di 12 euro per la camminata (bambini fino a 12 anni gratis) e 16 euro per la corsa (comprensivi di assicurazione Free Sport): il ricavato sarà interamente devoluto alla Fondazione Umberto Veronesi che da anni con il progetto Pink is Good sostiene borse di ricerca e progetti di altissimo profilo scientifico. Quest’anno i fondi raccolti permetteranno di finanziare un progetto multicentrico pluriennale che mira a ridurre ulteriormente la mortalità da tumore al seno, migliorando l’integrazione tra le tecniche diagnostiche oggi disponibili per favorirne un uso personalizzato, e valutando le correlazioni tra stili di vita e insorgenza di malattia su un ampio numero di donne, per comprendere in maniera ancora più robusta come possiamo contribuire a prevenire questo tipo di tumore. Fino alla fine di ottobre sarà inoltre possibile sostenere il progetto effettuando una donazione libera presso tutti i punti vendita della rete PittaRosso. L’obiettivo è superare la cifra record di 500 mila euro raccolta nel 2016.

 

Commenti FB
Articolo precedenteCassazione, condanne confermate per i vertici di Green Hill
Articolo successivoPolizia Locale, celebrato il 157esimo anniversario
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.