Home News Identificato l’uomo che ha messo il cartello della vergogna a Carugate

Identificato l’uomo che ha messo il cartello della vergogna a Carugate

E’ un italiano incensurato e laureato la persona che lo scorso 18 agosto ha attaccato un cartello all’interno del parcheggio del centro commerciale Carosello di Carugate (Mi) in cui offendeva un disabile che aveva chiamato la polizia locale perchè la sua auto sostava nel posto riservato ai portatori di handicap. La polizia ha fornito pochi dettagli sulla sua identità, volendo tutelare la sua privacy in virtù della condizione di incensurato. L’uomo è stato identificato grazie alle immagini riprese dalle telecamere del centro commerciale. Le immagini riprendono l’uomo mentre affigge a una colonna il cartello incriminato, con tanto di errori grammaticali: “A te handiccappato (scritto con due c, ndr) che ieri hai chiamato i vigili per non fare due metri in più vorrei dirti questo: a me 60 euro non cambiano nulla ma tu rimani sempre un povero handiccappato… sono contento che ti sia capitata questa disgrazia!”.

Commenti FB
Articolo precedenteL’ultima vittima della Prima Guerra; ucciso da una bomba trovata in montagna
Articolo successivoLecco, serata magica con le “Lucie”
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version