“Diossine e furani a 0,169 picogrammi per metro cubo, Benzoapirene 0,131 ng/m3: entrambi ampiamente inferiori ai valori di riferimento indicati”.  Sono questi i dati, rassicuranti, del  terzo prelievo del campionatore effettuato dall’Arpa dopo l’incendio scoppiato a Bruzzano la scorsa settimana. I risultati fanno riferimento alla giornata che va dal pomeriggio del 26 a quella del 27 luglio per la durata quindi di circa 21 ore. L’incendio, fonte dell’aumento degli inquinanti, era stato completamente spento  alle  19 del 26 luglio.

“Anche i dati dei prossimi campionamenti sulle giornate del 28, 29 30 e 31 luglio (analisi in corso), confermeranno il trend in netta diminuzione, come già anticipato da Arpa nei giorni scorsi”, cosi precisa l’Arpa in una nota.

 

<Ancora una volta – sottolinea Bruno Simini, presidente di Arpa Lombardia – l’Agenzia ha dimostrato puntualità e precisione scientifica delle stime. Ci tengo a ringraziare i nostri tecnici impegnati 24 ore su 24, il Comune di Milano e tutti gli altri Enti coinvolti nell’emergenza>.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.