Tragedia famigliare a Gussago, nel pavese. Un giovane di 23 anni ha confessato di aver ucciso la madre, che era scomparsa  lo scorso 4 luglio. Si pensava ad un allontanamento volontario. Invece il figlio, che è ricoverato in ospedale, ha detto di essere responsabile della morte della donna e ha dato indicazioni su dove trovare il corpo. Ieri pomeriggio i carabinieri hanno trovato il cadavere in un silos non lontano dalla casa di famiglia. Sabato scorso invece i carabinieri sono dovuti intervenire nell’abitazione perchè il giovane stava aggredendo con un coltello il padre disabile.  Il 23enne  è stato sottoposto ad un trattamento sanitario obbligatorio e trasferito al reparto di psichiatria dell’ospedale San Paolo di Milano, dove ha confessato il delitto.

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.