Comune lombardo riconosce atto di nascita con due papà

542

Per la prima volta un comune ha trascritto l’atto di nascita canadese di una bimba con due papà, nata grazie a un percorso di gestazione per altri, senza l’intervento della magistratura. Il comune in questione si trova in Lombardia ma non viene rivelato per motivi di riservatezza. La coppia, sollevata anche dal fatto di non aver dovuto sobbarcarsi un lungo e costoso percorso legale, è stata chiamata in municipio. Sindaco e funzionari hanno studiato leggi e sentenze e poi hanno trascritto l’atto nei registri. Uno dei due papà, Daniele, ha detto a gay.it: “Finalmente ce l’abbiamo fatta, dopo tre anni di battaglia”. “La sindaca della cittadina e i funzionari dell’anagrafe – scrive in una nota l’associazione Famiglie Arcobaleno – si sono mostrati da subito disponibili: dopo aver dapprima trascritto il certificato di nascita recante il solo papà biologico – spiega una nota dell’associazione – hanno poi approfondito la richiesta dei genitori, soci di Famiglie Arcobaleno, relativa alla trascrizione integrale, analizzando e studiando le sentenze affini già avvenute nel nostro Paese e affrontando il tema dell’ordine pubblico, utilizzato finora amministrativamente come elemento per non procedere con le trascrizioni. La puntuale diligenza e assunzione di responsabilità da parte dell’amministrazione ha consentito questo esito favorevole”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.