Vasta operazione della Polizia davanti alla Stazione Centrale di Milano. Decine di persone la maggior parte extracomunitari, sono state identificate e fatte salire sui pullman delle forze dell’ordine. La polizia ha fatto sapere che sono intervenuti reparti mobili di Milano, Torino e Padova, con unità cinofile, del reparto a cavallo della Questura milanese con personale della “scientifica” coordinati dal Commissariato Garibaldi-Venezia.

Immediate le prese di posizione. In Piazza Duca D’Aosta si è presentato il leader della Lega Matteo Salvini per riprendere in diretta la scena e mandarla sulla sua pagina Facebook. “Finalmente un blitz con elicotteri e poliziotti a cavallo” ha detto il leader leghista.

Per l’assessore alla Sicurezza di Regione Lobardia, Simona Bordonali:  “Lo Stato deve tornare a fare lo Stato. Ringrazio gli agenti delle Forze dell’ordine che hanno svolto l’operazione e il prefetto e il questore che hanno coordinato. Queste situazioni si rendono necessarie in quanto l’incapacita’ del Governo nel gestire il problema dell’immigrazione si riversa in maniera pericolosa sui territori”.

L’Assessore alla sicurezza del Comune di Milano, Carmela Rozza chiede controlli costanti nel tempo: “Mi auguro che questo non sia solo un blitz episodico ma che questa attenzione – ha spiegato in un comunicato -, anche in forma minore, continui con costanza nel tempo”.  “Pieno sostegno al lavoro serio della Polizia di Stato” è stato espresso dal segretario metropolitano del Pd, Pietro Bussolati.

Anche SinistraX Milano interviene con una nota : ”La Milano che si sta preparando alla marcia del 20 maggio, con eventi ed iniziative, chiede, anche se oggi è solo il 2 maggio, più accoglienza e meno prove di forza”.

I centri sociali milanesi si sono dati appuntamento davanti alla Questura per protestare contro quelle che definiscono “deportazioni”.

“Nel rispetto della legalità non possiamo che essere contenti del blitz di oggi in Stazione Centrale. Premesso questo, se quello di oggi sarà un fatto isolato sarà stato inutile”, così la capogruppo M5S in consiglio comunale dii Milano Patrizia Bedori.
“Un grazie convinto al Questore di Milano per l’operazione sicurezza effettuata oggi dalle Forze dell’ordine alla Stazione Centrale di Milano. Avanti cosi’!”. Lo
ha scritto, sul suo profilo Facebook, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni.

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio
Articolo precedenteMILADY METAL FESTIVAL: la nuova kermesse dedicata alle voci femminili il 6 Maggio
Articolo successivoPrimarie Pd, i risultati definitivi in Lombardia
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati