Milano, i vigili sequestrano i pochi averi dei clochard

1135

Questa sera a Striscia la notizia Max Laudadio documenta come vengono trattati i clochard nel centro di Milano. Il 25/03/2017 Striscia aveva mostrato un’associazione impegnata a donare beni di prima necessità ad alcuni senzatetto che vivono proprio nel centro del capoluogo lombardo. Ma, nella puntata in onda questa sera, si vede la polizia locale che, con l’ausilio dell’Amsa (Azienda milanese servizi ambientali), butta via proprio i pochi averi dei clochard, spesso ricevuti da enti benefici: coperte, vestiti, zaini, borse, documenti e medicine. I senzatetto dicono che non è la prima volta che succede. Per capirne di più, l’inviato del Tg satirico intervista Carmela Rozza, l’assessore alla sicurezza del comune di Milano, la quale dice: «Tutte le mattine vengono buttati cartoni, materassi e indumenti vari. Sto chiedendo alle associazioni, non di portare i vestiti per strada, ma di convincere i clochard ad andare nel centro di accoglienza del Comune, dove ci sono 500 posti. I centri dove poter essere ospitati sono fatti apposta per garantire quella dignità che serve». Peccato che alcuni di questi posti, come recentemente documentato da Striscia (puntata del 14/03/2017), non siano poi tanto sicuri, dato che all’interno non mancano furti, liti e spaccio di droga e alcool. Infine, Max Laudadio chiede all’assessore: «Ma se uno vuole dormire per strada può farlo? Non c’è nessun divieto…». Rozza risponde: «Sì, senza sporcare la città».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.