“L’inaugurazione di oggi dimostra come qui si sia fatta una cosa molto utile contro la mafia: l’aggressione al patrimonio. E’ un approccio che avevo lanciato da ministro dell’Interno ed e’ la cosa piu’ importante da fare, per insegnare non solo ai cittadini, ma anche alla stessa mafia, che il crimine non paga. L’impegno che avevamo messo al Viminale per contrastare la criminalita’ organizzata trova oggi un momento grande soddisfazione, a compimento di un percorso lungo, complicato, che pero’ e’ arrivato a conclusione”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, questa mattina, a Lecco, alla cerimonia di inaugurazione della pizzeria ‘Fiore – Cucina in Liberta”, ex pizzeria Wall Street, bene sequestrato alla criminalita’ organizzata e recuperata a una destinazione anche sociale.

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, questa mattina, a Lecco, alla cerimonia di inaugurazione della pizzeria ‘Fiore – Cucina in Liberta”, ex pizzeria Wall Street, bene sequestrato alla criminalita’ organizzata e recuperata a una destinazione anche sociale. Presenti  anche l’assessore allo Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi e il sottosegretario Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione negoziata Daniele Nava.  

 

 

 

 

 

 

 

 

“Dare la caccia ai latitanti e arrestarli e’ importante – ha proseguito Maroni -, ma sequestrare i patrimoni e riutilizzarli, mettendoli a disposizione dei cittadini, come e’ stato fatto qui, segna la differenza tra vincere o perdere la battaglia contro la mafia, che vive questo come una cosa devastante. Questo locale diventa certamente un simbolo e le cose simboliche sono altrettanto importanti delle cose concrete, un atto importante, che vale per Lecco, per la Lombardia e per tutta l’Italia”.

 

 

 

Commenti FB
Articolo precedenteJIMMY DeGRASSO lascia i BLACK STAR RIDERS per i RATT
Articolo successivoPiste ciclabili e escursioni nel nord est milanese
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.