L’analisi dei transiti dei primi tre giorni della nuova Area C indica un calo dell’8% di accessi nell’area interessata dal provvedimento. Lo comunica Palazzo Marino, dopo l’introduzione di nuovi divieti nell’area del centro di Milano. Il dato riguarda i giorni di lunedì 13, martedì 14 e mercoledì 15 ed è frutto di un confronto con la media degli accessi nel periodo immediatamente precedente all’entrata in vigore delle nuove regole di accesso, ovvero tra l’1 ottobre 2016 e il 12 febbraio 2017 (considerando gli stessi giorni della settimana).

L’andamento medio degli accessi in Area C fino al 12 febbraio era di circa 95.778 veicoli che diventano, tra il 13 e il 15 febbraio 88.240 con un calo di oltre 7.530 veicoli transitati all’interno dei varchi.

Confrontando gli stessi dati si rileva anche un calo degli accessi dei veicoli immatricolati trasporto cose del 22% tra le ore 8 e le 10, abbattendo così la punta di congestione che riguardava questa fascia oraria. Il carico e scarico si ridistribuisce lungo tutto il resto della giornata poiché nell’arco delle 24 ore il calo diventa del 7%, segnalando anche l’avvio di una maggiore razionalizzazione delle attività di trasporto delle merci e delle attività di servizio all’interno di Area C.

“Il periodo preso in considerazione è ancora troppo breve perché si possa parlare di una corrispondenza con le aspettative dall’entrata in vigore delle nuove regole di accesso in Area C – dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità -. Noi continuiamo a monitorare la situazione. Se questi dati si consolideranno avremo diminuito ulteriormente la congestione nella cerchia dei Bastioni fino a oggi particolarmente sollecitata dai cantieri per la costruzione della linea 4 della metropolitana”.

Le nuove regole di Area C prevedono:

Divieto di accesso ai veicoli Euro 3 diesel anche di proprietà dei residenti che però, e solo fino al 15 ottobre 2017, potranno utilizzare i 40 ingressi gratuiti ancora in loro possesso.
Divieto di accesso ai veicoli Euro 4 diesel senza filtro antiparticolato (Fap) con alcune deroghe che riguardano:
–  residenti all’interno di Area C  fino al 14.10.2018;
–  veicoli privati di appartenenti alle Forze dell’Ordine fino al 14.10.2018;
–  veicoli trasporto cose leggere e di servizio compresi manutentori e servizi di emergenza fino al 14.10.2017;
– autoveicoli adibiti a noleggio con conducente (NCC) superiori a 9 posti (classificate come diesel pesanti) fino al 14.10.2018;
– veicoli trasporto cose pesanti fino al 14.10.2018

I veicoli alimentati Gpl, metano, bifuel e dualfuel, come già previsto dalla delibera del 2013,  potranno accedere nell’area interessata dal provvedimento previo pagamento del ticket di 5 Euro o con le agevolazioni previste per tutti i veicoli paganti.

I residenti in Area C proprietari di auto Gpl, metano, bifuel e dualfuel, per poter accedere ai 40 ingressi gratuiti e alla successive facilitazioni, da lunedì 13 febbraio devono registrare la loro auto. Per quanto riguarda le persone con disabilità in possesso di queste tipologie di veicoli è necessario effettuare la richiesta di deroga.

 

ì

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.