Su iniziativa di Amici del Trivulzio Onlus e dell’ASP Istituti MIlanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio ha preso il via, grazie alla predisposizione di una sala tecnologica completa di computer, stampanti e wifi, il progetto Digital Trivulzio, finalizzato a promuovere l’alfabetizzazione digitale degli Ospiti dell’Istituto. All’evento, animato dalla presenza degli Ospiti del PAT (22 donne e 8 uomini) che hanno aderito entusiasti a questa prima fase del progetto, hanno partecipato Giulio Gallera, Assessore al Welfare Regione Lombardia, Pierfrancesco Majorino, Assessore Politiche sociali, Salute e Diritti del Comune di Milano e Pierlorenzo M. Castrovinci, Coordinatore per la Lombardia di Informatici Senza Frontiere Onlus, accolti da Luigi Ferrari, Presidente di Amici del Trivulzio Onlus e da Maurizio Carrara e Claudio Sileo, rispettivamente Presidente del Consiglio di Indirizzo e Direttore Generale dell’ASP Istituti MIlanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio.

Uno degli obiettivi del progetto, ideato e coordinato da Amici del Trivulzio Onlus in partnership con Informatici Senza Frontiere Onlus, è quello, a regime, di far partecipare gli Ospiti delle diverse RSA del Trivulzio a corsi di informatica elementare (connessione, navigazione, corrispondenza e-mail, videochiamate con Skype, uso dei social network) e attività di animazione (giochi, scrittura, grafica) per superare o ridurre il digital divide delle persone anziane. In una fase successiva, verranno erogati corsi avanzati ai dipendenti del Trivulzio e, con un’apertura graduale, seguiranno incontri di sensibilizzazione e (in)formazione su argomenti specifici inerenti la tecnologia, aperti anche alla cittadinanza milanese.

In tempi relativamente brevi, è stato possibile rendere operativo il progetto, grazie a diversi partner a partire da UniCredit Banca, che ha donato 30 computer portatili e 5 stampanti. Fondamentale la partecipazione di Informatici Senza Frontiere Onlus che ha suggerito le attività da realizzare, studiato e selezionato i programmi da seguire nelle lezioni e fornito gratuitamente i formatori che saranno impegnati nelle oltre 100 ore previste dei corsi in aula. A loro si deve anche la convenzione con le scuole per il programma di alternanza scuola-lavoro, che darà la possibilità di usufruire dell’ulteriore sostegno sociale e informatico di 12 studenti. I primi Istituti coinvolti sono il Luigi Galvani (Istituto Tecnico, Liceo Linguistico e Liceo delle Scienze Applicate) e il Labor (Istituto Tecnico, Liceo e Istituto Professionale, anche per il recupero di anni scolastici).

I corsi si terranno tutti i giovedì, in due turni: il primo dalle ore 14.00 alle 15.15 e il secondo turno dalle 15.30 alle 16.45.

 

Commenti FB