“Confermata l’infezione da meningococco per la paziente che in data 8 febbraio e’ stata ricoverata presso l’ospedale ‘San Paolo’ di Milano. Al momento sono in corso ulteriori esami per l’identificazione del ceppo. Stiamo, inoltre, avviando la profilassi innanzitutto per i contatti stretti”. Lo ha comunicato in una nota l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera.

INSEGNANTE ISTITUTO SRAFFA – “La donna, di 54 anni, residente a Milano – ha spiegato Gallera – e’ docente presso l’Istituto di istruzione superiore ‘Curie Sraffa’ di via fratelli Zoia, 130 Milano. In mattinata, in collaborazione con la Direzione scolastica, Ats Citta’ Metropolitana ricostruira’ le attivita’ didattiche e i contatti all’interno della Scuola e avvisera’ le famiglie degli alunni. Nel pomeriggio e’ prevista una riunione a scuola con genitori e docenti per dare tutte le informazioni”.

PROFILASSI – “Nella serata di ieri – ha chiarito l’assessore – sono stati raggiunti i contatti extra scolastici (4 familiari e 7 amici) che sono gia’ stati sottoposti a profilassi antibiotica. Nel rispetto dei protocolli internazionali di intervento – ha
aggiunto -, avvieremo quindi la profilassi innanzitutto ai contatti piu’ stretti della paziente cioe’ i ragazzi delle nove classi in cui insegnava e i colleghi docenti. Successivamente, sulla base delle indicazioni degli esperti, estenderemo la profilassi qualora necessario ad altri contatti all’interno
della scuola”.

ASSENZA EMERGENZA – “Nell’attuale contesto di assenza di emergenza – ha concluso l’assessore Gallera – si mantiene comunque alta l’attenzione nei confronti delle infezioni da meningococco e si confermano le strategie di prevenzione e controllo gia’ in atto”.

Commenti FB
Articolo precedenteMonza, la moglie del boss al bar della Provincia
Articolo successivoExpo, accertamenti Anac in Comune a Milano per fondi su giustizia
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati