Ha confessato l’assassino di Tiziana Pavani, la 55enne uccisa nel suo appartamento in via Bagarotti a Milano. E’ Luca Marcarelli, 32 anni, tossicodipendente da cocaina. Il movente sarebbe stato il denaro. Il fermato ha raccontato di aver prestato alla donna 2.500 euro che non gli avrebbe mai restituito. L’avrebbe uccisa nel sonno colpendola con una bottiglia piena. Dopo il delitto si è impossessato del bancomat della vittima ed ha prelevato contanti.

 

 

Commenti FB
Articolo precedenteL’Ora Legale – il Backstage del film
Articolo successivoScavuzzo, dolore per l’ennesimo femminicidio
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati