E’ stato affidato alle cure della madre il 12enne lasciato al freddo in auto dal padre che si era recato dal giudice di Pace a Monza. L’uomo, un pakistano in cura per disturbi mentali, rintracciato dai vigili ha dato in escandescenza e ha minacciato di darsi fuoco. Il ragazzino è rimasto in auto al freddo per oltre un ora. Notato da una pattuglia della polizia locale ha raccontato di essere stato lasciato in auto dal genitore.  Il pakistano è stato denunciato per resistenza, violenza e minacce a pubblico ufficiale,  per l’abbandono del figlio in auto e per possesso di un mattarello che è stato trovato sotto il sedile dell’auto che , tra l’altro, mancava di regolare revisione.

Commenti FB
Articolo precedenteGhiaccio, attivate procedure d’emergenza nei Pronto Soccorso
Articolo successivoNeve fresca sulle Alpi, riparte la stagione sciistica
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati