Per la settimana di inaugurazione della sua nuova sede, dal 13 al 17 dicembre Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, in collaborazione con Comune di Milano e Fondazione Cariplo, presenta Voices and Borders, un programma di cinque giornate di letture, proiezioni, incontri e spettacoli dedicati alle quattro sfide di cittadinanza proposte dal mondo contemporaneo e raccolte dall’attività di ricerca di Fondazione.

Le quattro sfide sono: Partecipazione, Confini, Sostenibilità, Fonti e Memoria. Ad ognuna di queste è dedicata una delle giornate della settimana inaugurale ed è associata una parola chiave in grado di raccontare al pubblico la relativa tematica: Voices, Borders, Planet, Memory.

Durante ciascuna giornata vengono proposti un testo di riferimento del patrimonio della Fondazione, una pubblicazione digitale della collana Utopie e un momento culturale/performativo in Sala Polifunzionale, cuore del progetto della nuova sede. Il quinto giorno, con parola chiave Echoes, raccoglie gli echi dei giorni precedenti e propone una giornata dedicata alla musica.

 Il tema di fondo di Voices and Borders è il rapporto tra individuo e collettività, tra azione personale e trasformazioni sociali: uno sguardo sul presente che passa dalla conoscenza del passato e dalla convinzione che cambiare le cose, per migliorare le condizioni di vita di tutti, è possibile.

Voices and Borders ha inizio il 13 dicembre, giorno dell’inaugurazione della nuova sede, nel quale, dalle 17 alle 23, sarà possibile visitare il nuovo edificio e assistere a momenti performativi che animeranno gli spazi. Per la regia di Igor Loddo, gli attori della compagnia del Teatro Filodrammatici di Milano tradurranno infatti in azione alcuni dei testi più significativi ed evocativi del patrimonio archivistico e documentale della Fondazione. Tra questi, i testi di autori come Ernesto Che Guevara, Malcolm X, Salvador Allende e Michail Bakunin.

Dal 13 e per il mese successivo, in collaborazione con la Galleria Lia Rumma, la nuova sede di Viale Pasubio sarà arricchita dall’installazione site specific “Nineteen Locations of Meaning” dell’artista Joseph Kosuth.

Anche dal 14 al 17 dicembre, dalle ore 9 alle ore 13.30, sarà possibile accedere alla Sala Polifunzionale allestita a utilizzo libero e aperto per accogliere i visitatori in transito e offrire loro la possibilità di prendere un primo contatto con i nuovi spazi.

In orario serale, saranno ospitati incontri culturali, proiezioni, performance e dibattiti con protagonisti come Salvatore Veca, Luca Ciut, Amos Gitai, Teho Teardo, secondo programma che segue.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero, fino a esaurimento posti. Per maggiori informazioni: segreteria@fondazionefeltrinelli.it

 

 

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.