Anche ieri le centraline della rete di monitoraggio della qualità dell’aria di ARPA Lombardia hanno registrato valori di Pm10 superiori ai 50 µg/m3 in gran parte della Lombardia. Nonostante le concentrazioni di particolato rilevate nel 2016 siano tra le più basse mai registrate negli anni in termini di giorni totali di superamento, le attuali condizioni meteorologiche stanno infatti favorendo l’accumulo degli inquinanti per più giorni consecutivi, in particolare sulle aree pianeggianti della Lombardia. In tutti i capoluoghi lombardi, con l’eccezione di Lecco e Varese, le concentrazioni di PM10 misurate dalle stazioni della rete di rilevamento dell’Agenzia hanno superato ieri il limite  50 µg/m3.
Questi i valori di PM10 più alti registrati ieri nei capoluoghi:BG        69

BS         76

CO        61

CR         82

LC         33

LO         65

MI         89

MB        92

MN        57

PV          84

SO          51

VA          40

 

Ai fini dell’applicazione del “Protocollo per l’attuazione di misure temporanee per il miglioramento della qualità dell’aria”  sono stati raggiunti 9 giorni consecutivi di superamento della prima soglia in provincia di Brescia, 8 in quella di Cremona, 6 a Bergamo, Lodi, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Varese, 1 in provincia di Mantova. A Monza si sono anche raggiunti 5 giorni consecutivi sopra il secondo livello, a Milano 4. La media delle stazioni della provincia di Como è invece inferiore alla prima soglia di attivazione del protocollo.

 

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio