Home News Ospedale Saronno, rimossi i responsabili

Ospedale Saronno, rimossi i responsabili

“Delle 14 persone coinvolte nell’indagine , le due persone arrestate sono state sospese,altri due soggetti coinvolti, il dottor Paolo Valentini, direttore medico di presidio e il dottor Nicola Scoppetta, direttore della struttura complessa di Pronto soccorso, che voglio chiarire sono solo oggetto di avviso di garanzia, per motivi di opportunita’ e di tutela, da lunedi’ saranno destinati ad altre attivita’ territoriali. Per le altre 8 persone coinvolte sono gia’ oggetto di valutazione da parte dell’ufficio procedimenti disciplinari, come previsto dalle norme contrattuali”. Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera nel corso della conferenza stampa che si e’ svolta all’ospedale di Saronno in merito all’inchiesta della magistratura che ha portato all’arresto di un medico e di un infermiera.

“Noi siamo qua oggi – ha sottolineato l’assessore – per ribadire la volonta’ di Regione Lombardia di fare chiarezza su quanto avvenuto. I cittadini lombardi devono
sentirsi tranquilli quando si recano in un nostro ospedale. Ecco perche’ abbiamo attivato una Commissione d’inchiesta che avra’ il compito di accertare nel massimo di trenta giorni se c’e’ stata correttezza e trasparenza da parte della direzione ospedaliera di allora. Qualora dovessero emergere delle irregolarita’ saremo inflessibili”.

” Approfitto inoltre – ha aggiunto – per ribadire che a noi e in particolare a me non e’ arrivata mai nessuna segnalazione, nessuna lettera, nessun esposto dai
cittadini. Anzi, giusto poche settimane fa sono stato a un incontro pubblico a Saronno, e tutta la gente chiedeva di non ridimensionare l’attivita’ dell’ospedale, ma anzi di potenziarla perche’ e’ una struttura che funziona bene. Tengo infatti a sottolineare che questa, che al momento si delinea come un efferato episodio di cronaca nera, e’ una struttura che conta 290 posti letto, dove si registrano 11.000 ricoveri ordinari, 1.200 in day hospital, 49.000 accessi al Pronto soccorso e 8.000
interventi chirurgici e dove lavorano ottimi professionisti, ricercati a livello nazionale”.

Commenti FB

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version