Tracce di sangue umano sono state trovate sul coltello ritrovato in una siepe a diverse centinaia di metri dalla casa di Gianna Del Gaudio , l’insegnante di 63 anni uccisa la notte del 26 agosto scorso a Seriate. L’indiscrezione trapela dagli esami in corso al Ris: presto si saprà anche se il sangue, com’è verosimile pensare, sia quello della vittima. E’ intanto emerso che il coltello era in un sacchetto di plastica con un paio di guanti in lattice, anche loro al vaglio del Ris. Antonio Tizzani, marito della vittima, resta per ora l’unico indagato, ma a piede libero

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.