Si è svolto oggi, presso la sede di Regione Lombardia, l’atteso incontro istituzionale con l’Assessore ai Trasporti Alessandro Sorte, alla presenza dei sindacati di categoria: al centro del vertice il nodo delle risorse da destinare al trasporto pubblico locale sul territorio regionale.

Presente al tavolo, in rappresentanza dell’Unione Province Lombarde, il Presidente della Provincia MB Gigi Ponti, che ha rimarcato la grave, non più sostenibile situazione delle Province che, a causa delle scarsità di fondi, non sono più un grado di garantire la continuità del servizio: a rischio centinaia di corse al giorno, utilizzate per gli spostamenti quotidiani da studenti e pendolari. Per la sola Provincia MB si parla di un ammanco di 1,8 milioni di Euro per il solo anno 2016.

“L’Assessore Sorte ci ha rassicurato sull’impegno di Regione Lombardia – riassume il Presidente Ponti al termine dell’incontro – ma ad aggi non è ancora chiaro quali e quante risorse aggiuntive potranno essere destinate alle Province per coprire i servizi”.

“Purtroppo il tempo sta per scadere – prosegue il Presidente – e ci serve sapere subito quando potremo contare su risorse certe per garantire il servizio all’utenza: per questo il prossimo urgente incontro è già in calendario per mercoledì prossimo, 21 settembre, anche alla presenza dell’Assessore Regionale al Bilancio: serve fare qualcosa subito”.

Le Province, rappresentante da Ponti, fanno affidamento sull’impegno assunto da Regione Lombardia nel mese di agosto quando, in sede di approvazione del bilancio previsionale, aveva garantito – con l’approvazione di un apposito ordine del giorno – lo stanziamento dei contributi necessari a proseguire il servizio almeno per l’anno 2016, in attesa dell’entrata in funzione delle Agenzie Regionali di Trasporto Pubblico.

Commenti FB

1 commento

  1. Buongiorno Sig,Sorte,so che LEI rappresenta per Regione Lombardia,le infrastrutture e la mobilità regionale per evitare che per le linee di Trasporto Pubblico della Provincia di Monza,vengano dimezzate le corse complicando il tragitto casa-lavoro(per chi lavora),ed il tragitto casa-scuola(per gli studenti) ed un incremento delle tariffe in particolare per chi da una delle località brianzole verso Milano ed il possesso di 2 tessere che al momento del rilascio ha un costo globale di EURO 20(10 EURO PER TRATTA BRIANZOLA E 10 EURO PER QUELLA MILANESE),il solo modo é rispettare la sentenza della Corte di Giustizia Europea da parte di Formigoni(cosa non fatta) e che Maroni continua nell’errore,che blocca i FINANZIAMENTI EUROPEI VERSO LA LOMBARDIA su questo argomento,e che in occasione del prossimo Consiglio Regionale,possa venir risolto e Maroni sa come fare,BUONA CENA DA WILLIAM DI SESTO S.GIOVANNI!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.