“Come Regione Lombardia siamo molto impegnati sul fronte del diritto al lavoro: e’ un impegno tra i piu’ importanti della nostra legislatura, quello di creare le condizioni perche’ ci sia il pieno impiego in Lombardia, cosa che
naturalmente non dipende solo dalle nostre politiche, dalle nostre leggi sul lavoro, anche se sono decisamente importanti per raggiungere certi risultati”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, questa mattina, all’evento ‘Young @Work – Il futuro del lavoro e’ gia’ qui’,organizzato a conclusione del ‘Tour Garanzia Giovani Lombardia’,all’Auditorium Testori di Palazzo Lombardia. All’incontro hanno preso parte anche l’assessore regionale all’Istruzione,Formazione e Lavoro Valentina Aprea e il ministro del Lavoro e
delle Politiche sociali Giuliano Poletti.

“‘Garanzia Giovani’ e’ un’ottima iniziativa e in Lombardia funziona – ha ribadito il presidente -: l’87 per cento circa di coloro che hanno aderito ha trovato lavoro. Anche per questo la stiamo promuovendo con grande intensita’ e mi auguro davvero che il ministro Poletti, e noi lo sosteniamo in questo sforzo, riesca a ottenere dall’Europa il sostegno che chiede. L’Europa sta dimostrando in questi ultimi tempi di essere piu’ matrigna che un aiuto concreto per il territorio, ma noi riteniamo che almeno su ‘Garanzia
Giovani’ e sulle politiche attive del lavoro ci dia le risorse
per continuare questa esperienza di successo”.

“La Lombardia non e’ un modello solo per la sanita’, ma anche per il lavoro – ha precisato il governatore -, grazie anche alla capacita’ di coinvolgere il pubblico con il privato. Noi non siamo dirigisti, non decidiamo noi cio’ che va fatto, il mondo del privato e’ un alleato e noi dobbiamo fare regia, mettendo le imprese in condizione di assumere attraverso politiche come queste”.

Commenti FB
Articolo precedenteMilanese in kayak dalla Liguria a Gibilterra
Articolo successivoMerate (Lc) , si è costituito il pirata della strada
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.