“Acuto del caldo africano da giovedì” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega – “I venti caldi dal Nord Africa investiranno in pieno la Penisola portando l’apice del caldo al Centronord tra giovedì e venerdì, con punte di oltre 35-36°C sulle aree interne, ma anche superiori in Sardegna. Tra le città più calde Milano, Bologna, Bolzano, Verona, Ferrara, Firenze, Perugia, Terni, Roma, Frosinone, Benevento, Nuoro dove si potranno superare i 34-35°C. Al Sud invece il picco del caldo è atteso dal weekend, quando al contrario al Nord e in parte anche al Centro le temperature inizieranno a calare.”

“Il caldo si farà anche molto afoso e le temperature percepite potranno raggiungere se non superare i 38-40°C” – prosegue l’esperto – “In particolare sulla Valpadana, lungo i versanti tirrenici e sui settori costieri delle Isole Maggiori. Si inizierà a soffrire anche di notte, in particolare nelle grandi aree urbane del Nord, dove le temperature minime potrebbero non scendere sotto i 25-26°C e in prima serata mantenersi ancora al di sopra dei 29-30°C con temperature percepite superiori”.

“Entro il weekend tornerà però qualche temporale anche di forte intensità. Primi focolai temporaleschi sono attesi su Alpi e Piemonte già tra giovedì e venerdì, ma da sabato qualche temporale ‘oserà’ di più sulla Valpadana interessando entro domenica anche il Centro, adriatiche e in generale l’Appennino. Dato l’accumulo di aria calda e umida in questi giorni, i fenomeni potranno risultare localmente violenti, a carattere di nubifragio e accompagnati da intense raffiche di vento o grandine. Il prezzo da pagare per avere uno smorzamento della canicola di cui beneficerà soprattutto il Nord Italia” – concludono da 3bmeteo.

Commenti FB
Articolo precedenteNizza, venerdì i funerali di D’Agostino e Muset
Articolo successivoMamma e piccoli di germano in centro a Milano
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.