Contrariamente a quanto diffuso ieri sul web dall’eco di una dichiarazione dell’amico ed ex Iron Maiden-partner BLAZE BAYLEY (inoltre ex WOLFSBANE) che tramite il sito cileno HumoNegro ha fatto il giro del mondo alla velocità della luce, PAUL DI’ANNO tiene a far sapere tramite Classic Rock che invece sta benone!

“Sono in convalescenza dopo un intervento chirurgico per rimuovere dai polmoni un ascesso grande quanto una palla da rugby!”, ha specificato Di’Anno. “Non una passeggiata insomma, ma la bella notizia è che la massa tumorale non era affatto maligna. Mi aspettano otto settimane di cure intensive ma, che diamine, non sto morendo! Quando questo calvario sarà finito e l’infiammazione sfiammata, mi aspetta, fra circa sei mesi, un’altra operazione, al ginocchio sinistro, per l’inserimento di una protesi che mi consentirà di tornare a camminare regolarmente e stare in piedi sul palco. Il destro è a posto, sto finendo la fisioterapia, il dolore è ancora forte ma non vedo l’ora di smettere di prendere 30 pillole al giorno e soprattutto voglio dar fuoco a questa maledetta sedia a rotelle!”.

Di seguito invece la dichiarazione clamorosa di Bayley circolata negli ultimi giorni:

Paul è in ospedale in questo momento. Ha il cancro e gravi problemi alle ginocchia e alle anche. Resterà in ospedale per almeno altri quattro mesi ma sta rispondendo bene alle cure. Dal 2012 abbiamo fatto coppia in vari concerti in giro per il mondo, tra Russia, Svezia e Australia, ma non abbiamo mai suonato assieme in Sudamerica. Quindi, non appena starà meglio, forse tra un anno o giù di lì, lo aspetto a braccia aperte per il prossimo tour insieme”.

Siamo sicuri che Blaze si sia lasciato scappare solo qualche commento di troppo ma non l’abbia fatto con cattive intenzioni, sebbene ovviamente le sue parole, cui tutti hanno dato ampio e immediato credito, abbiano creato una certa preoccupazione tra i fans, essendo i due molto vicini… e vista anche la cera di Di’Anno, che non lascia presagire niente di buono da parecchio tempo ormai… Per di più, la notizia arrivava dopo una serie di date in cui Paul si era esibito seduto, non reggendosi letteralmente in piedi, e dopo l’annullamento di un tour nonché dopo la diffusione di un comunicato secondo cui l’ex cantante degli Iron Maiden si trovasse in ospedale per accertamenti sulla suddetta massa tumorale sospetta presente nei suoi polmoni, oltre ai vari problemi di artrite.

Di’Anno ha spiegato inoltre sempre a Classic Rock: “Sono collassato in casa dopo il tour in Argentina. Mi hanno prescritto degli esami e da una radiografia è risultata evidente una grossa macchia nera nei miei polmoni. Credevo fosse giunto il mio momento ma per fortuna tutto si è risolto per il meglio. Quel grosso ascesso abitava in me apparentemente da qualche anno a mia insaputa. I dottori dicono che si tratta di un’infezione trasmessa per vie aeree chissà come o dove, che può attaccare chiunque sia già debilitato o debole. Ci vorrà un po’ prima che io possa tornare a casa a San Paolo, in Brasile, preferisco di gran lunga curarmi in una clinica qui a Londra”.

Di’Anno sostiene che Bayley abbia semplicemente riportato notizie non aggiornate visto che i due non si vedono né sentono da un po’. “Cerco di essere ottimista… e visti gli sviluppi mi ritengo in fondo un miracolato, anche se i miei ultimi sei mesi non li augurerei neanche al mio peggior nemico!”.

Di’Anno ha inciso i primi due album con gli IRON MAIDEN, l’omonimo e “Killers”, due classici tuttoggi amatissimi, prima di essere rimpiazzato da Bruce Dickinson che ha fatto la storia con la band inglese. Dopo il 1982, Paul ha militato in diverse band tra cui PRAYING MANTIS, LONEWOLF, KILLERS, BATTLEZONE, e ha inciso anche alcuni album da solista come DI’ANNO.

Di certo Paul porta sulla pelle tutti i suoi 58 anni “suonati” e soprattutto vissuti senza freni

Forza Wrathchild, “in gamba”!

https://www.youtube.com/watch?v=kOiXp8m5–E

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.