Martedì 7 giugno, alle ore 18, viene presentato il nuovo allestimento con cui il Museo dei Cappuccini di Milano (via Kramer 5) affronta una nuova stagione vuole aprirsi ad una lettura più ampia della sua esposizione. A presentare la nuova esposizione sarà Alessandra Montalbetti (storica dell’arte esperta in arte contemporanea) in dialogo con la curatrice, nonché direttrice del Museo, Rosa Giorgi. La maggior parte delle opere, alcune di queste mai esposte né valorizzate, provengono da lasciti testamentari di benefattori che individuarono nei frati cappuccini dei validi custodi del bello. Da Angelo Morbelli a Filippo Palizzi, da Pio Sanquirico a Migliara, fino a passare il secolo con Edoardo Forti, questi alcuni dei nomi che vanno a comporre la nuova sezione non a caso definita “L’arte di donare l’arte” come segno di riconoscimento e gratitudine, e il senso di responsabilità dei frati, verso il dono ricevuto di beni culturali che verranno, con lo studio e l’esposizione, “ridonati” al pubblico. “È nella natura del museo dei Cappuccini (un museo ancora molto giovane nato per rispondere all’esigenza di valorizzare e far rivivere opere d’arte in origine destinate all’arredo di chiese e conventi dell’ordine dei frati minori cappuccini in Lombardia), scoprire poco a poco il proprio patrimonio. E questo è il caso della valorizzazione di che si presenta con l’allestimento di dipinti di fine Ottocento e inizio Novecento. Saranno esposti nella sezione “L’arte di donare l’arte” proprio perché molte di queste opere arrivarono come dono già parte di collezioni private. – racconta la direttrice del Museo, Rosa Giorgi –  E rimanendo fedeli alla realtà del Museo dei Cappuccini osiamo presentare un interessante dipinto di Madonna col Bambino (che riprende l’iconografia già ideata da Domenico Morelli) in cattivo stato di conservazione. Chiederemo al nostro pubblico di adottarla, di aiutarci a intervenire per salvarla.”

Aperture Museo

Orario: martedì 14.00 – 18.30, e mercoledì 10.00-12.00; 14.00-17.30

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.