La Brebemi “va nazionalizzata”. Lo chiede Legambiente dopo il calcolo del nuovo rosso di “68 milioni di euro” contro i precedenti 35,4 milioni. L’associazione parla di “fallimento finanziario annunciato da quello della gestione” e ricorda che “Brebemi aveva annunciato 60 mila veicoli in circolazione ogni giorno, mentre non si è mai andati oltre i 15 mila”. “Con le tariffe attuali – spiega Dario Balotta, responsabile trasporti in Lombardia – le potenzialità di crescita del traffico sono esaurite ed a tenere in piedi la società sono solo i 360 milioni di contributi pubblici approvati nel 2015”. “Visto che i costi sono pagati dalla collettività e non certo dai pedaggi – conclude – la Brebemi è diventata un costo sociale, per questo andrebbe nazionalizzata, prendendo atto della sua sostanziale inutilità”.

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.