Eccolo, il primo sondaggio per capire la “classifica” dei quattro candidati sindaci di Milano. Affaritaliani.it, in collaborazione con l’istituto di sondaggi Termometro Politico (www.termometropolitico.it), può pubblicare i primi dati dopo quattromila voti validi raccolti, già scremati e raffinati con metodo scientifico, nella competizione tra i quattro candidati sindaci (più altre eventuali proposte politiche). Affaritaliani.it ha chiesto dunque di dare la propria preferenza a uno tra Patrizia Bedori del Movimento 5 Stelle, Stefano Parisi del centrodestra, Corrado Passera di Italia Unica e Beppe Sala del centrosinistra.
I risultati non possono far dormire sonni tranquilli al centrosinistra: Beppe Sala, il vincitore delle Primarie, si piazza al primo posto con il 41 per cento del gradimento, Stefano Parisi è però a una incollatura (36,5 per cento). Più indietro Patrizia Bedori, al 14 per cento. Corrado Passera si attesta al 3 per cento. Altri di centrosinistra si fermano al 2,5 per cento, mentre un candidato di liste civiche indipendenti si piazzerebbe all’1,5 per cento, altro candidato all’1 e altro di centrodestra allo 0,5 per cento.
Interessanti anche i dati dei partiti. Il Pd va fortissimo, anche se ovviamente è molto lontano dal 44 per cento raccolto alle Europee, attestandosi al 35,5 per cento. Lega Nord e Forza Italia sono praticamente appaiate (17 contro 17,5), il Movimento 5 stelle è al 15 per cento, FdI al 3,5 per cento, Sel è alla stessa percentuale, Ncd si ferma al 2 per cento (come altri di centrosinistra), chiude altri di centrodestra all’1,5 per cento.
“Una prima valutazione ci dice – spiega Gianluca Borrelli, direttore di Termometro Politico – che il Pd è molto forte, sotto la Madonnina. Ma che Beppe Sala non è avanti quanto ci si sarebbe potuti aspettare qualche mese fa. Il distacco è veramente poco”. In più, c’è da considerare un’ottica ballottaggio, giacché nessuno arriverebbe al 50 per cento dei voti più uno. E al ballottaggio il centrodestra, con Passera, potrebbe avere una chance di sorpasso. Soprattutto perché non pare ci sia spazio per una lista di sinistra alla sinistra e in antagonismo con Sala. Piccolo dettaglio: la candidatura di Bedori è un punto sotto la percentuale del Movimento 5 Stelle.
Il sondaggio di Affaritaliani.it prosegue nelle prossime settimane, con un aggiornamento quando saranno raccolti altri 4000 voti. Termometro Politico e Affaritaliani.it Milano stanno testando da mesi le forze politiche in città, e a 40 giorni dalle elezioni pubblicheranno i trend di crescita e decrescita dei vari partiti dall’inizio della rilevazione permanente.
Commenti FB
Print Friendly, PDF & Email