Home News Rizzi, campagna elettorale pagata dall’imprenditrice arrestata

Rizzi, campagna elettorale pagata dall’imprenditrice arrestata

Dagli atti dell’indagine che ha portato all’arresto, tra gli altri, di Fabio Rizzi, emerge che la campagna elettorale del consigliere leghista, presidente della Comissione Sanità del Consiglio Regionale della Lombardia, è stata completamente pagata da Maria Paola Canegrati, l’imprenditrice del settore sanitario arrestata oggi per gli appalti truccati. Lo si apprende grazie a un’intercettazione telefonica. Mario Longo, collaboratore di Rizzi, parlando con un conoscente, afferma: “Ti dico una cosa riservatissima, la campagna elettorale di Fabio l’ha sostanzialmente finanziata al 100% la Canegrati”. Inoltre, secondo il gip Giovanna Corbetta, che ha firmato l’ordinanza con gli arresti, appaiono di “particolare allarme” le condotte di Rizzi e del suo collaboratore Longo che “hanno fatto del potere politico lo strumento per accumulare ricchezze, non esitando a strumentalizzare le idee del partito che rappresentano, a intimidire facendo valere la loro posizione, chi appare recalcitrante alle loro pretese”.

Commenti FB

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version