Roberto Maroni non potrà più disporre della facciata di Palazzo Pirelli per illuminare la facciata con messaggi come quello sul Family Day. Il Consiglio regionale, infatti, ha approvato, con il voto segreto, una mozione per chiede alla Giunta di rispettare l’autonomia del Consiglio nella gestione degli spazi del grattacielo Pirelli. La mozione che ha mandato sotto la maggioranza è stata presentata dal Movimento Cinquestelle. Per Stefano Buffagni, capogruppo del M5S Lombardia: “La Maggioranza non c’è. Maroni dovrebbe ringraziare se stesso e le sue iniziative spot che hanno reso ridicola la Lombardia. Certo sull’uso di Palazzo Pirelli ci aspettavamo un gesto forte del Presidente del Consiglio regionale Cattaneo che è stato scavalcato dalla Giunta e ci aspettavamo da lui un gesto forte per difendere l’Istituzione. Cattaneo se ne sta bello attaccato alla poltrona e non ha mosso un dito per difendere la dignità della Lombardia”.
Casalino, consigliere regionale del M5S Lombardia, aggiunge: “Questo voto difende la dignità e l’autonomia del Consiglio regionale. E’ assolutamente grave e prepotente che Maroni decida di proiettare qualsiasi cosa sulla facciata di Palazzo Pirelli. La Giunta ha deciso autonomamente un’iniziativa senza consultare il Consiglio, un’iniziativa grave e lesiva delle prerogative del Consiglio regionale. Questo consiglio merita un’autonomia degna di questo nome nella gestione dei propri spazi. Il Consiglio regionale si deve riappropriare della potestà piena sulla propria sede. Non è necessaria una legge, sarebbe stato sufficiente un intervento organizzativo. Questa maggioranza con il voto segreto ha tolto a Maroni l’uso e l’abuso di Palazzo Pirelli”.

Facebook Comments

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.